Qualche giorno fa è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni il nuovo Paan (Piano Assicurativo Agricolo Nazionale), che definisce modalità, tempi e procedure di domanda per accedere ai contributi erogati dallo Stato, e finalizzati ad aiutare gli imprenditori del settore a coprire le spese delle costose assicurazioni.

Nel piano è stata abolita la distinzione tra copertura pluri-rischio e copertura multi-rischio: da oggi si terranno in considerazione una sola tipologia di assicurazioni, la cui quantificazione del danno sia pari alla differenza tra resa effettiva e resa assicurata.

Anche le tipologie di rischio d’impresa vengono definite nel piano, così come i parametri contributivi. I rischi vengono distinti in catastrofali e di frequenza (a seconda del grave o modesto impatto sulla produzione), oppure nella diversa e terza categoria di  "avversità accessorie" (nella quale rientrano ad esempio gli sbalzi termici o i venti).

I contributi a parziale rimborso dei costi assicurativi saranno pari al 65% della spesa ammessa e il Governo erogherà ben 290 milioni di Euro fino al 2020.

Scadenze previste per le assicurazioni agricole

La sottoscrizione delle assicurazioni, con franchigia al 30% (mantenendo la possibilità di sottoscrivere polizze integrative), rispetterà le seguenti scadenze:

  • entro il 20 aprile per il ciclo autunnale-primaverile e per le colture permanenti;
  • entro il 31 maggio per il solo ciclo primaverile;
  • entro il 31 luglio per le colture a ciclo estivo, di secondo raccolto, trapiantate;
  • entro il 31 ottobre le per colture vivaistiche e per le colture a ciclo autunnale-invernale

Qui è consultabile il Decreto attuativo.

 Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

primi sui motori con e-max
 
Copyright © 2018 Terrenitalia.it. All Right Reserved.
Powered By Joomla Perfect