L’Inail ha pubblicato il bando ISI in cui mette a disposizione 267.427.404 euro per finanziamenti a fondo perduto per migliorare la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

Per ogni regione italiana sono stati stanziati dei fondi, che variano da regione a regione.

Il contributo copre fino al 65% delle spese ammissibili al netto dell'IVA fino ad un massimo di € 130.000,00.

N.B: L'azienda non deve essere in regime "de minimis", altrimenti il contributo massimo è di € 15.000,00.

Le procedure per accedere al bando:

  • Avere un codice Inail assegnato all'Azienda. Se non si è impossesso di questo codice è necessario registrarsi al sito Inail, al termine della registrazione verrà rilasciato questo codice Inail aziendale. Link: “Registrazione utente generico” https://gestioneaccessi.inail.it/IAA/public/autoregistrazione.action.
  • Dal 3 marzo al 7 maggio 2015 sempre tramite il sito online, viene fatta la cosiddetta simulazione del punteggio, in base al progetto che si vuole presentare, affinché l'azienda raggiunga i 120 punti che permettono l'accesso alla terza fase del bando ovvero il "clickday".
  • Clickday a partire dal 6 giugno ad ogni Regione verrà assegnato UN SOLO GIORNO in cui potrà essere inviata la domanda.

La fase più importante per accedere al contributo del bando è la simulazione del punteggio.

La simulazione del punteggio

Se tramite questo bando l’azienda volesse, ad esempio, acquistare delle nuove macchine e/o attrezzature, non sarebbe sufficiente presentare i preventivi d’acquisto, ma l’azienda dovrebbe elaborare un piano atto a cercare di ridurre i rischi sul lavoro.

Nell'allegato 1 del bando sono presenti tutte le tipologie di punteggi, in base al rischio che si va a ridurre, al fine di calcolare il punteggio che ogni azienda può raggiungere per poter accedere o meno alla fase del clickday.

Una volta superati questi tre step sarà indispensabile presentare tutta la documentazione e i progetti necessari redatti da un tecnico abilitato.

Il bando ISI è comunque più facile “a farsi che a dirsi”.

Per info e guida nella compilazione del bando scrivete a:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

primi sui motori con e-max
 
Copyright © 2018 Terrenitalia.it. All Right Reserved.
Powered By Joomla Perfect