L' Unione Nazionale Contoterzisti Agromeccanici ed Industriali attraverso un comunicato stampa evidenzia che il provvedimento Milleproroghe, su cui il Governo ha posto la fiducia alla Camera, contiene altre novità di interesse per il mondo agricolo in tema di sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, Sistri ed energie rinnovabili. Il provvedimento  dovrebbe essere approvato in via definitiva dal Senato entro il 2 marzo 2015.
In breve le novità sono le seguenti:

Revisione macchine agricole

Provvedimento atteso ma pur sempre gradito, la conferma della proroga della revisione delle macchine agricole, a partire dai mezzi immatricolati prima del 10 gennaio 2009. Più precisamente è stato confermata la prorogata al 30 giugno 2015 dell'emanazione del decreto attuativo e, conseguentemente, al 31 dicembre 2015 l’avvio del processo di revisione delle macchine agricole in circolazione. Inoltre, vengono differiti al 7 ottobre 2016 gli adempimenti per i contenitori distributori mobili di capienza tra i 6 mc e i 9 mc. A quella data si dovrà richiedere al Comando provinciale dei vigili del fuoco l'esame dei progetti di nuovi impianti e di modifiche da apportare a quelli esistenti, che comportino un aggravio delle preesistenti condizioni di sicurezza antincendio. Il Comando sarà tenuto a effettuare controlli, attraverso visite tecniche. Non sono invece tenuti agli adempimenti i depositi di capienza geometrica sino a 6 mc.

Sistri

Sono prorogate al 1° aprile le sanzioni relative alla mancata iscrizione delle imprese al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) e al mancato pagamento del contributo per l'iscrizione al Sistri.

Patentino per macchine agricole

Il termine per l'entrata in vigore dell'obbligo dell'abilitazione all'uso delle macchine agricole (patentino) è stato prorogato al 31 dicembre 2015. Il precedente termine era il 22 marzo. Confermata l’esenzione dall’obbligo del patentino per chi può autocertificare di avere esperienza nell’uso di macchine agricole per almeno due anni nell’ultimo decennio.

Energie rinnovabili e zone terremotate

Il Milleproroghe sposta dal 31 dicembre 2014 al 31 dicembre 2015 il termine entro il quale devono entrare in esercizio gli impianti alimentati da fonti rinnovabili realizzati (o in fase di realizzazione) nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012, distrutti od oggetto di ordinanze di sgombero, per accedere alle incentivazioni cui avevano diritto.

Fonte: contoterzisti.it

primi sui motori con e-max
 
Copyright © 2018 Terrenitalia.it. All Right Reserved.
Powered By Joomla Perfect