Il Ministero delle politiche agricole ha emanato il decreto  n.527 del 30 gennaio 2017 che modifica il DM 15 dicembre 2015 n.12272 relativo al sistema di autorizzazioni agli impianti vitati, fissando così le condizioni per le nuove richieste.

Come si ricorderà, le autorizzazioni per nuovi impianti sono rilasciate ogni anno nella misura dell'1% della superficie vitata nazionale. 

Il nuovo decreto ha modificato i criteri di attribuzione delle nuove autorizzazioni prevedendo il seguente ordine di priorità:

  1.  l'attribuzione a tutti i richiedenti di 1000 metri quadrati di vigneto;
  2. l'attribuzione del 50% delle autorizzazioni rimanenti secondo un criterio di priorità che ogni regione ha determinato;
  3. la distribuzione dell'altro 50% a tutti i richiedenti con il criterio pro-rata, cioè in proporzione alla superficie richiesta.

Inoltre, nel caso in cui le richieste dovessero superare di tre volte la superficie a disposizione, la Regione, entro 10 giorni dopo la presentazione delle domande, applicherà un limite massimo di ettari richiedibili per domanda.vineyard 1612092 640

Tra le novità introdotte ci sono anche due vincoli: la localizzazione regionale delle nuove autorizzazioni e mantenimento del vigneto per almeno 5 anni.

L’autorizzazione che verrà rilasciata in maniera gratuita, avrà una validità pari a tre anni, e dovrà essere esercitata entro il termine di scadenza indicato. Ai beneficiari che non provvederanno a realizzare l’impianto sarà comminata una sanzione.

Sarà possibile rinunciare all’autorizzazione ricevuta solo nel caso in cui la superficie assegnata all’azienda sia minore del 50% di quella richiesta, per non incorrere in sanzioni le eventuali rinunce dovranno essere presentate entro dieci giorni dalla data del rilascio dell’autorizzazione stessa.

Al fine di procedere alla presentazione dell’istanza, il beneficiario dovrà aggiornare il fascicolo aziendale, dal quale sarà verificata la superficie aziendale idonea, che non potrà essere minore a quella richiesta. Per superficie idonea, si intende quella agricola utile, con esclusione dei vigneti esistenti e le aree soggette a vincoli che impediscono la realizzazione di nuovi impianti.

È importante rilevare che le autorizzazioni per i nuovi impianti non potranno usufruire dei contributi previsti nell’ambito della misura riguardante la ristrutturazione e riconversione dei vigneti.

 Scadenza: 31 marzo 2017

 

primi sui motori con e-max
 
Copyright © 2018 Terrenitalia.it. All Right Reserved.
Powered By Joomla Perfect