Ormai le lamentele sulle assicurazioni agevolate  sono tante; infatti il sistema negli ultimi anni, in seguito a nuove disposizioni comunitarie e a un vero e proprio accanimento burocratico a livello nazionale, si è complicato sempre più, per cui oggi gli agricoltori pagano il 100% del costo della polizza e successivamente l’Agea rimborsa loro una parte del costo della polizza.

Da pochi giorni il Piano Assicurativo Agricolo 2017 è pronto, con poche novità rispetto gli anni precedenti

 

Le  novità riguardano:

-    le “combinazioni dei rischi assicurabili”: pur rimanendo invariate, è prevista la possibilità di coprire 3 avversità da scegliere fra le avversità di frequenza (eccesso di neve, eccesso di pioggia, grandine e venti forti) e quelle accessorie (colpo di sole e vento caldo, sbalzi termici); prima la scelta era solo fra quelle di frequenza;

-   l’assicurabilità del frumento anche per perdite derivanti da variazioni negative di prezzo. Tale copertura sarà per il 2017 in via sperimentale e la sua regolamentazione sarà oggetto di un decreto ministeriale a parte, attualmente in via di definizione;

-  l’inserimento di nuove fitopatie ed epizoozie;

-  una diversa impostazione dell’elenco delle tipologie colturali assicurabili, con una omogeneizzazione dei codici informatici utilizzati dal MIPAAF-ISMEA e AGEA/Organismi Pagatori regionali

E’ quindi possibile dare il via alla campagna assicurativa 2017 ed infatti le Compagnie ed i Condifesa sono ormai pronti.

E' obbligatoria, prima della stipula del certificato assicurativo in caso di polizza collettiva o del contratto individuale con una compagnia di assicurazione,la compilazione presso il CAA del Piano Assicurativo Individuale – PAI, ovvero qualora non fosse ancora attivata la procedura del PAI avere sottoscritto sempre al CAA la “Manifestazione di interesse”.

Clicca qui per scaricare il Piano assicurativo agricolo 2017

 

 

primi sui motori con e-max
 
Copyright © 2018 Terrenitalia.it. All Right Reserved.
Powered By Joomla Perfect