ben

 


ben

Resta davvero poco tempo per sottoscrivere i contratti di filiera necessari per accedere ai contributi per il sostegno previsto per i coltivatori di grano duro: chi non avrà il contratto firmato entro il prossimo 28 dicembre, non potrà presentare la domanda per il relativo contributo.
Il contratto di filiera deve essere stato sottoscritto dall’imprenditore agricolo o da cooperative e consorzi dei quali egli risulti socio.
Il limite massimo di terreno coltivabile per il quale è possibile richiedere l’agevolazione è fissato in 50 ettari: il piano stabilito dal decreto eroga, infatti, fino a 15.000 euro ripartiti in tre esercizi finanziari. Le domande vanno presentate allegando la copia del contratto di filiera e le dichiarazioni sostitutive relative alle particelle ed ai fogli dei terreni su cui si chiede l’aiuto. La richiesta va inoltrata al soggetto gestore degli aiuti che come sempre è lAgea, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura. I contributi saranno concessi fino ad esaurimento fondi, che ammontano a 3 milioni di euro per il 2016 e a 7 milioni per il 2017.

Il contratto è triennale e deve essere sottoscritto esclusivamente presso le Cooperative, i Consorzi le OP o direttamente con la società trasformatrice entro il 28 dicembre 2016. Successivamente il produttore dovrà consegnare al proprio CAA copia del contratto sottoscritto.


primi sui motori con e-max
 
Copyright © 2018 Terrenitalia.it. All Right Reserved.
Powered By Joomla Perfect