Il controllo funzionale obbligatorio, previsto dall'articolo 12 del decreto n. 50/2012, per garantire sicurezza e tutela della salute umana e dell'ambiente.
 


Entro il 26 novembre 2016 le attrezzature impiegate per irrorare le colture con i prodotti fitosanitari devono essere sottoposte al controllo funzionale periodico presso un Centro prova autorizzato dalle Regioni e Province autonome. E' un adempimento obbligatorio ai sensi dell'art. 12 "Controlli delle attrezzature per l'applicazione dei prodotti fitosanitari" del decreto legislativo n. 150/2012.

Il controllo funzionale ha lo scopo di verificare che le attrezzature per l'applicazione dei prodotti fitosanitari soddisfino una serie di requisiti operativi per garantire un elevato livello di sicurezza e di tutela della salute umana e dell'ambiente. Il controllo effettuato con esito positivo garantisce il corretto funzionamento delle macchine, assicurando che i prodotti fitosanitari siano accuratamente dosati e distribuiti.

Come effettuare il controllo funzionale delle macchine irroratrici


Il controllo presso i Centri prova autorizzati è effettuato sulla base sulla base di Linee guida definite, in accordo con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali che, per questa finalità, si avvale dell'Ente nazionale per la meccanizzazione agricola (ENAMA).

Oltre al controllo funzionale periodico, gli utilizzatori professionali effettuano la regolazione o taratura delle stesse attrezzature, in modo da garantire la distribuzione della corretta quantità di miscela fitoiatrica, nonché il mantenimento della loro efficienza, per ottenere un elevato livello di sicurezza a tutela della salute umana e dell'ambiente.

primi sui motori con e-max
 
Copyright © 2018 Terrenitalia.it. All Right Reserved.
Powered By Joomla Perfect