Con il PAN e il successivo il D.lgs 4887 del 03/03/2015 sono state stabilite le scadenze dei controlli funzionali e gli intervalli relativi, suddividendo le macchine irroratrici in 3 categorie:

  1. A) Controllo da effettuare entro il 26/11/2016.
  2. B) Controllo da effettuare entro il 26/11/2018 .
  3. C) Esenti dal controllo.

 

 

CATEGORIA A - ATTREZZATURE DA SOTTOPORRE A CONTROLLO FUNZIONALE ENTRO IL 26 NOVEMBRE 2016:

  • GRUPPO A1: Macchine irroratrici per la distribuzione su COLTURE A SVILUPPO VERTICALE, (trattamenti alle colture arboree):

-- irroratrici aero-assistite (a polverizzazione per pressione, pneumatica e centrifuga);

-- irroratrici a polverizzazione per pressione senza ventilatore;

-- dispositivi di distribuzione a lunga gittata e con ugelli a movimento oscillatorio;

-- cannoni;

-- irroratrici scavallanti e a irroratrici a tunnel con e senza sistema di recupero.

 

  • GRUPPO A2: Macchine irroratrici per la distribuzione su COLTURE A SVILUPPO ORIZZONTALE, (trattamenti alle colture erbacee):

-- irroratrici a polverizzazione per pressione, pneumatica e centrifuga con o senza manica d’aria con barre di distribuzione di lunghezza superiore a 3 metri;

-- cannoni e irroratrici con calate;

-- dispositivi di distribuzione a lunga gittata orizzontale con ugelli a movimento oscillatorio automatico;

-- irroratrici per il diserbo localizzato del sottofila delle colture arboree non dotate di schermatura;

-- irroratrici abbinate alle seminatrici (escluse quelle della categoria B1).

 

  • GRUPPO A3: Macchine irroratrici impiegate per i TRATTAMENTI ALLE COLTURE PROTETTE.

-- irroratrici o attrezzature fisse o componenti di impianti fissi all’interno delle serre quali le barre carrellate;

-- irroratrici portate dall’operatore quali lance e irroratrici spalleggiate a motore;

-- irroratrici mobili quali cannoni, irroratrici con barra di distribuzione anche di lunghezza inferiore a 3 metri e irroratrici aereo-assistite a polverizzazione per pressione, pneumatica.

 

I controlli devono essere effettuati ogni 5 anni fino al 2020 e ogni 3 successivamente.

Cosa prevede il Piano di Azione Nazionale (PAN) per i controlli funzionali delle macchine irroratrici categoria A:

-- macchine irroratrici in uso: Validi, ai fini della scadenza dei 5 anni i controlli funzionali effettuati dopo 26/11/2011.

-- macchine irroratrici nuove di fabbrica: Le attrezzature nuove se acquistate dopo il 26 novembre 2011 devono essere controllate entro 5 anni dalla data di acquisto.

 

CATEGORIA B -ATTREZZATURE DA SOTTOPORRE A CONTROLLO FUNZIONALE CON INTERVALLI DIVERSI.

GRUPPO B1: Devono essere sottoposte a controllo funzionale entro il 26 novembre 2018. Successivi ogni 6 anni:

Irroratrici con banda trattata ≤ di 3m:

-- Irroratrici che distribuiscono il prodotto a bande, abbinate a macchine operatrici (montate su SEMINATRICI e SARCHIATRICI);

-- Irroratrici DOTATE DI SCHERMATURA, per il diserbo localizzato colture arboree.

 controllo funzionale macchine irroratrici

GRUPPO B2 - IRRORATRICI DA SOTTOPORRE AL CONTROLLO FUNZIONALE CON SCADENZA DA DEFINIRE A SEGUITO DELL’APPROVAZIONE DELLE METODOLOGIA DI PROVA:

-- attrezzature per l’applicazione di fitofarmaci in forma solida o granulare (Impolveratrici, Microgranulatori);

--barre umettanti;

-- fogger (termici e a freddo);

-- attrezzature per il trattamento /concia meccanizzata delle sementi;

-- attrezzature per la distribuzione/iniezione di prodotti nel terreno.

 

ATTREZZATURE IMPIEGATE DA CONTOTERZISTI (Contoterzista: titolare di impresa iscritta come tale alla Camera di commercio):

CATEGORIA A:

-- IN USO: Il primo controllo deve essere effettuato entro il 26 novembre 2014, successivamente ogni 2 anni.

-- NUOVE: Il primo controllo deve essere effettuato entro 2 anni dalla data di acquisto.

 

CATEGORIA B:

-- IN USO: Il primo controllo deve essere effettuato entro il 26 novembre 2018, successivamente ogni 4 anni.

-- NUOVE: Il primo controllo deve essere effettuato entro 2 anni dalla data di acquisto.

 

CATEGORIA C - MACCHINE IRRORATRICI ESONERATE DAI CONTROLLI FUNZIONALI:

--irroratrici portatili e spalleggiate, azionate a mano dall’operatore;

 fonte: coldiretti.it

Qui di seguito riportiamo dieci semplici regole da rispettare per superare il controllo funzionale.

 

  1. Dispositivo anti goccia: Verificarne il corretto funzionamento. Se mancante, è

opportuno dotare la macchina di tale dispositivo;

  1. Pompa: Controllare il livello dell’olio ed eventuali perdite. Sulla pompa deve essere presente la targhetta in alluminio che ne riporta le caratteristiche;
  2. Compensatore idropneumatico: Controllare se all’interno della campana vi è aria o acqua, in quest’ultimo caso sostituire la membrana e ripristinare la pressione (6-8 Atm.);
  3. Manometro: Deve essere leggibile (scala 1-11/2) e non presentare perdite di glicerina. Con macchina non funzionante l’ago deve essere posizionato sullo zero;
  4. Sistema filtrante: Assicurarsi che tutti i filtri siano presenti e perfettamente puliti. Un filtro deve necessariamente essere presente tra il serbatoio e la pompa. E’ opportuno che tale filtro sia dotato di valvola di chiusura;
  5. Tubazioni e raccordi: Verificare che con macchina in funzione le tubazioni e i raccordi siano perfettamente a tenuta (non presentino perdite di miscela);
  6. Valvola di pressione: Assicurarsi della funzionalità, smontando il supporto e controllandolo stato di usura delle pasticche o delle piastrine. Lubrificare le parti filettate, prima di rimontarle;
  7. Dispositivo di inserimento e di folle della ventola: Assicurarsi della funzionalità.
  8. Ugelli: Smontare gli ugelli e pulire le componenti. Se usurati o incrostati, sostituire le piastrine e i convogliatori;
  9. Trattrice: Assicurarsi dell'efficienza del contagiri del motore.




primi sui motori con e-max
 
Copyright © 2018 Terrenitalia.it. All Right Reserved.
Powered By Joomla Perfect